news

UNA STORIA DI PASSIONE E DEVOZIONE PER IL MADE IN ITALY

La storia che stiamo per raccontarvi ricalca molti degli avvenimenti che si sono consumati in Italia, una nazione che si è vista in un recente passato come riferimento mondiale sia per la qualità di ciò che proponeva al mondo, sia per l’inestimabile benessere e patrimonio artistico accumulato nel tempo; risultati raggiunti con l’estro, la maestria, la passione, ineguagliabili talenti che portarono il Paese fino a pochi decenni addietro ad essere la quarta potenza manifatturiera del mondo e la settima economia del pianeta. Eppure se guardate il mappamondo noterete una piccolissima penisola nel Mediterraneo, una micro-striscia di terra che si chiama Italia, un puntino allungato che non raggiunge nemmeno lo zero virgola cinque percento delle terre emerse e la sua popolazione, gli italiani, rappresentano circa lo zero otto percento della popolazione mondiale, nemmeno l’uno percento, eppure ha prevalso su 191 nazioni e popolazioni dei 194 Stati esistenti. Incredibile.

La storia di cui parleremo cominciò negli anni ‘70 in un laboratorio di Moncalieri, nel torinese, il fondatore Osvaldo Crivello sviluppò sistemi di interfono da installare nei caschi sia per moto che per il racing automobilistico. In breve tempo molti piloti d’auto e di moto si avvalsero di questi sistemi che portavano il nome OSBE. Negli anni l’azienda crebbe fino al punto di creare la produzione di caschi da moto direttamente. La Osbe è la società che inventò il doppio visierino parasole a scomparsa nei caschi da moto. Dopo alcuni anni alla produzione di caschi e interfoni si aggiunse la produzione di caschi da sci e per sport invernali. In quell’ambito è stata la prima casa al mondo a produrre caschi da sci con visiera tracciando un trend che ancora oggi viene imitato in ogni parte del globo.

 

 

Alla fine del primo decennio degli anni 2000 la Osbe incontrò l’interesse da parte di un’aziende francese dalla quale fu rilevata.  

Negli anni successivi la Osbe venne trasformata in una semplice unità produttiva per conto del brand francese. 

Dopo alcuni anni è ritornata ad essere un’azienda Made in Italy. È stato riportato in vita il marchio storico e rilanciata la produzione dallo storico stabilimento di Moncalieri.

Una volta riorganizzata l’industria è stato composto un dinamico team dirigenziale coinvolgendo alcuni degli storici operai italiani ed esperti con specializzazioni specifiche. In poco tempo l’azienda è riuscita a creare dei nuovi modelli di caschi sia per la moto che per lo sci. 

Purtroppo il dramma Covid-19 ha inciso in modo significativo su tutti i settori compreso quello degli accessori da moto e degli sport invernali. Ciò nonostante Osbe ha stretto i denti, ha continuato a lavorare e ad innovare. 

Oggi l’azienda italiana vanta delle novità rivoluzionarie con rifiniture in materiali inediti, comprese linee uniche e specifiche per il pubblico femminile, tra queste citiamo i primi caschi al mondo da scooter con visiera che si chiude a filo con la calotta (e non sopra la calotta) favorendo un design unico ed una aerodinamica ad oggi ineguagliabile e tanto altro.

L’azienda si vede impegnata in un rilancio basato sulla rinnovata cultura del vero Made in Italy. Caschi realizzati totalmente in Italia, calotte altamente tecnologiche prevalentemente in fibre composite, carbonio e materiali inediti, il tutto con rifiniture eseguite da esperti artigiani che intendono appagare le esigenze degli utenti più esigenti.

Gli italiani a volte sono capaci di fare veri e propri miracoli, ma è anche vero che gli scenari spesso riservano ostacoli che vanno oltre alle leggi di mercato come appunto in questi due anni di criticità sanitaria. Nonostante tutto, i vertici dell’azienda confidano non solo nel loro innato ottimismo, ma sono certi che sia gli italiani che gli utenti stranieri sapranno valutare e scegliere al meglio per la loro sicurezza e per i loro desideri di stile, scelte tra le quali Osbe cercherà di ritagliarsi lo spazio che merita. In ogni casco Osbe viene racchiuso un pezzo di storia fatto di passione e sacrifici totalmente italiani; caschi ed accessori che si spera possano per molti anni ancora dimostrare che l’Italia ancora c’è ed è più viva e battagliera di quanto solitamente si immagini.

Bentornata Osbe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *